02.02.2020. La notte che uscimmo dall'euro

3.25
I capitali fuggono all'estero. I bamcomat chiudono. Esplode l'inflazione. Una distopia tanto possibile da sembrare vera. Per guardare oltre l'abisso sul quale il nostro paese si sta affacciando.

2 febbraio 2020. È tutto pronto, il grafico incisore che ha avuto dal ministro dell'Economia l'incarico di disegnare la Lira Nuova ha finito, il punto di verde è perfetto. Banconote e monete verranno messe in circolazione a partire dalla mezzanotte. In ossequio al credo nazionale sono stati abbandonati i poeti, gli artisti e gli scienziati: al loro posto le immagini degli eroi popolari e i martiri del governo sovranista. Il governo è in carica da un anno e mezzo, e ormai la maggioranza è format da un partito unico, il Psi – Partito sovranista italiano. Per tener fede alle promesse elettorali il Psi ha fatto saltare i conti pubblici. Così non c' è altro da fare che andare fino in fondo: mettere in atto il piano B, uscire dall'euro. Intanto la speculazione internazionale è già preparata e le corazzate finanziarie sono pronte ad affossare l'Italia. E fra chi scommette contro il Paese c' è invece un politico importante, che a un ruolo di rilievo nell'operazione Morris, com' è stata battezzata in codice. La attina del 3 ebbraio, la nuova valuta crolla in poche ore mentre le Borse vanno a picco. Le banche hanno bloccato i bancomat, la fuga di capitali è immediata e imponente. L'inflazione comincia a galoppare. I tassi d'interesse esplodono, le imprese indebitate dichiarano bancarotta, i mutui vanno alle stelle. Il potere d'acquisto dei salari è divorato dall'impennata dei prezzi, la disoccupazione tocca livelli astronomici, la povertà dilaga. Il paese è in ginocchio. L'Italia sembra uscita da un'altra guerra mondiale. L'unica soluzione è emanare un decreto per vendere i monumenti agli stranieri. I cinesi offrono 100 miliardi di euro per il Colosseo e i russi si prendono Pompei in cambio merce: le forniture di gas naturale all'Italia per 25 anni. Non basterà. Ma perché si potrà tornare indietro. Il libr di un'Europa in cui non esistono più scenari impossibili.
Anno della Pubblicazione
Traduttore
Parte della Serie
Numero di Pagine
122
In Commercio Dal
6 settembre 2018
Isbn
8807173514
EAN
9788807173516

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione
dato

BELLISSIMO!! mi è proprio piaciuto

dato

Libro orribile.

dato

Utopico, distopico, realistico o forse anch un racconto di fantasia. Sergio Rizzo si " immagina o prevede " un futuro in cui l'Italia uscirà dall'euro in modo improvviso e drammatico per mano dei partiti politici contemporanei ( rinominati: partito populista e partito del nord, che unendosi danno vita al partito sovranista). Un testo on troppo surreale, i dialoghi e le proposte dei personaggi lo sono, ma se certi documenti e trascrizioni sono reali: bhe c' è da aver paura. In conclusione, lo scenario descritto è avvincente, si legge in una mattinata e fornisce diverse intuizioni.

dato

L'inizio coinvolge perchè rispecchia fedelmente gli accadimenti politici-economici degli ultimi anni, ma il finale preoccupa e speriamo che non si avveri! Tutti dovrebbero leggerlo, specialmente chi ha votato per i partiti che attualmente ci governano!!

dato

una mezza delusione. Preferivo Rizzo al Corriere. da quando è a Repubblica, giornale ultra europeista ed al servizio del capitalismo si è adeguato alla linea editoriale. Rizzo nel libro vede solo i lati negativi di un'Ital-exit.

dato

Si legge in oche ore ed è mpossibile che non ti lasci un vago senso di angosci.

dato

Non è una questione politica, è anch davvero scritto male.

dato

Idea fantastica, scenario distopico, grande autore ... con delle premesse così mi aspettavo qualcosa in più. Libro comunque godibile ... chi ha qualche nozione di economia può sicuramente cogliere elementi in più rispetto ad un profano come me. In sostanza ... un buon saggio, ma si poteva fare di meglio.

Libri del Autori

Il facilitatore
La cricca. Perché la Repubblica italiana è fondata sul conflitto d'interessi
Licenziare i padreterni. L'Italia tradita dalla casta
Se muore il Sud
Il doping tra diritto e morale
Rapaci. Il disastroso ritorno dello stato nell'economia italiana
Se muore il Sud
Il pacco. Indagine sul grande imbroglio delle banche italiane
Silvio forever. Autobiografia non autorizzata di Silvio Berlusconi. DVD. Con libro

Libri del Categorie

Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto
I dieci giorni che sconvolsero il mondo
La politica senza politica. Perché la crisi ha fatto entrare il populismo nelle nostre vite
I muri che dividono il mondo
Le stelle che stanno giù. Cronache dalla Jugoslavia e dalla Bosnia Erzegovina
La storia nelle prime pagine del Corriere della Sera (1876-2013)
Il codice del disonore. Donne che fanno tremare la 'ndrangheta
Cronache dalle terre di nessuno. Sedici anni da inviato sulla linea del fuoco. Guerra, informazione, propaganda
La più bella. La Costituzione tradita. Gli italiani che resistono
L' arcimatto (1960-1966)

Libri del Editore

Almeno 5
Le donne
Tutti bulli. Perché una società violenta vuole processare i ragazzi
Irlanda
Solo se interrogato. Appunti sulla maleducazione di un insegnante volenteroso
La sfida della libertà. Come nasce una democrazia
Lawrence d'Arabia e l'invenzione del Medio Oriente
Disobbedienza civile
Cuba
La democrazia possibile. Principi per un nuovo dibattito politico

Libri del Parte della Serie

Il naufragio. Morte nel Mediterraneo
Cinesi. Come vive, lavora, ama il popolo che comanda il mondo
Il destino del cibo. Così mangeremo per salvare il mondo
La meravigliosa vita di Jovica Jovic
Il veleno nel piatto. I rischi mortali nascosti in quello che mangiamo
La rivoluzione egiziana
Orizzonti selvaggi. Capire la paura e ritrovare il coraggio
La strage degli innocenti. Perché Piazza Fontana è senza colpevoli
Concetta. Una storia operaia
Post. L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità sociale

Libri del Anno della Pubblicazione

Un prato in pendio. Tutte le poesie 1992-2017
Malta: le costruzioni preistoriche. Un archeologo racconta
Batman classic. Vol. 35
Alzheimer. Malato e familiari di fronte alla perdita del passato
20 domande sul digiuno secco. Un metodo naturale di disintossicazione, prevenzione, autoguarigione
La psicoanalisi. Vol. 61: Joyce, il Maestro.
Oltre l'antropocentrismo. Contributo a un logos sull'animalismo
Cultura e umanità di Ezio Raimondi
Il metodo Pilates. Movimento, concentrazione, benefici, programmi
Rock & Arte. Copertine, poster,  film, fotografie, moda, oggetti

Informazioni su Autori

Informazioni su Editore

La casa editrice Feltrinelli nasce a Milano alla fine del 1954, per volere di Giangiacomo Feltrinelli. Sorge sulle ceneri della Colip ( Cooperativa del libro popolare, 1949 -1954), di cui rileva una collana prestigiosa, la " Universale Economica ". La prima sede è in via Fatebenefratelli 15, ma già nel 1957 la casa editrice si trasferisce nel prestigioso palazzo di via Andegari 6; nello stesso edificio trova la sua collocazione nel 1961 anche l'Istituto G. Feltrinelli con la Biblioteca, Istituto che nel 1974 diventerà Fondazione, uno dei più importanti centri di documentazione italiani, uno dei primi in Europa per lo studio della storia delle idee sociali e del movimento operaio socialista.
L'attività della casa editrice inizia nel 1955 con la pubblicazione dei primi due libri: l' Autobiografia Nehru al Flagello della svastica di Lord Russel di Liverpool. Gli ambiti in cui si indirizza fin da subito l'attività editoriale sono quelli della narrativa, della saggistica e l grandi opere.
Tra gli autori e de titoli fondanti della neonata Feltrinelli si ricordano la Storia dell'Italia oderna di Giorgio Candeloro, in tre volumi, pubblicati tra 1956 e 1986; il Dottor Zivago di Boris Pasternak ( 1957), di cui la Feltrinelli acquista i diritti per tutto il mondo; il Gattopardo, romanzo postumo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa ( 1958). Il 1959 è un anno di produzione intensa e di aperture ad autori importanti: Alberto Arbasino, Saul Bellow, Theodor W. Adorno, Karen Blixen, Kazimierz Brandys, Jorge Luis Borges, Friedrich Durrenmatt, Edward M. Foster, Max Frisch, Doris Lessing, Renzo Rosso, Rudolf Arnheim, Bertrand Russel, Nathalie Sarraute. Nel 1962, nella collana " Poesia ", vengono tradotti i versi dello spagnolo Miguel Hernandez e del sovietico Evgenij Etvusenko. Sempre nel 1962 sono pubblicati i primi tre tomi dell' Enciclopedia Feltrinelli Fischer, opera in 37 volumi, di alta divulgazione e di prezzo contenuto. Il 1968 è l'anno del successo di Gabriel Garcìa Màrquez on Cent'anni di solitudine. Di quello stesso anno sono le Citazioni del Presidente Mao la traduzione della Critica della società repressiva di Herbert Marcuse. Del 1974 è la pubblicazione di Razza padrona. Storia della borghesia di stato, di Eugenio Scalfari e Giuseppe Turani, un titolo diventato uno slogan. Nel 1978 il libro di Camilla Cederna Giovanni Leone, la carriera di un segretari diventa un bestseller e contribuisce non poco alla fine anticipata del settennato dell'allora capo dello Stato. Nel 1983 si riorganizzano le collane della casa editrice. Ai " Narratori " si affiancano " L'avventura " e " Impronte ". Alla biografia è dedicato " Tempo ritrovato ", e in " Campi del sapere " confluiscono le scienze umane e sociali. Alla saggistica si aprono anche " Saggi " e " Idee ", mentre " Presenze " ospita tematiche di attualità. Sempre nel 1983 è il successo de La casa degli spiriti di Isabel Allende. Nel 1984 entra in catalogo, con Il memoriale del convento, José Saramago, Premio Nobel per la poesi nel 1998. Nel 1985 è acquisita al catalogo Marguerite Duras on L'amante ed Il dolore. Nel 1990 si inaugura un'agile collana di narrativa, riservata ai nuovi scrittori: " I canguri ", nome che rievoca il simbolo della prima " Universale Economica " e che sarebb stato ripreso per i tascabili Feltrinelli negli anni Settanta.
Nel 2002 partecipa alla nascita di Kowalski editore, incentrata su un catalogo di autori comici e destinata poi a un'evoluzione biografico-manualistica.
Nel catalogo Feltrinelli si annoverano i Premi Nobel Nadine Gordimer, Imre Kértesz, José Saramago, Doris Lessing, Herta Müller, Muhammad Yunus.
Fra gli utori italiani in catalogo, Roberto Saviano, Antonio Tabucchi, Alessandro Baricco, Erri De Luca, Stefano Benni, Maurizio Maggiani, Cristina Comencini, Simonetta Agnello Hornby per la poesi. Nell'area saggistica spiccano i nomi di Umberto Galimberti, Enrico Deaglio, Eugenio Borgna, Carlo Ginzburg, Massimo Recalcati. Oltre alle principali collane di saggistica e narrativa, e alla collana tascabile " Universale Economica Feltrinelli ", la produzione della casa editrice si è in anni elativamente recenti arricchita con le collane di narrativa di viaggio, narrativa per ragazzi, varia e home cinema.

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri