1284. La battaglia della Meloria

4
Il 6 gennaio del 1284 è la celebrazion di San Sisto: un giorno solitamente fausto per Pisa. Quel pomeriggi, al largo di Livorno, nei pressi delle secche della Meloria, Genovesi e Pisani si affrontarono in una delle più grandi battaglie navali del Medioevo. La causa immediata è la contesa per il controllo della Corsica. In apparenz, al centro v' è oprattutto il tentativo di ffermare la propria supremazia su tutto il Tirreno al fine di salvaguardare le rotte per la Sicilia, l'Africa settentrionale e il Levante mediterraneo. In effetti, le ue città giunsero allo scontro al culmine di una serie di rivolgimenti- dalla caduta dell'Impero Latino di Costantinopoli all'ascesa della potenza angioina, allo scoppio della guerra del Vespro- che mettevano in discussione gli equilibri raggiunti a fatica. La costruzion del volto di questa battaglia e della sua lunga preparazione consente di riportare alla luce, oltre alla brutalità del combattimento sul mare, il profilo di un Medioevo diverso: quello marittimo e navale, dove gli orizzonti improvvisamente si allargano e dove piccole città si rendono protagoniste di rivoluzioni- da quella commerciale a quella nautica, a quella finanziaria- capaci di cambiar il corso della storia.
Anno della Pubblicazione
Editore
Traduttore
Parte della Serie
In Commercio Dal
1 febbraio 2018
Isbn
8858130685
EAN
9788858130681

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione
dato

Veramente un testo ben fatto, sia sul piano dei contenuti che per la capacità narrativa. Il titolo forse è un pò riduttivo, perchè il libro comunque si limita a descrivere egregiamente una battaglia che probabilmente determinò la storia del Mar Tirreno per qualche secolo, ma analizza anche gli aspetti sociali ed economici, le affinità e le ifferenze delle due Repubbliche Marinare, gli antefatti e le implicazion. La sua lettura mi ha reso curioso di leggere altri testi dell'autore sui temi affini.

dato

Molto interessante, mostra un ampio e dettagliato panorama circa le imbarcazioni e gli equipaggi. Accurata descrizione del periodo storico. Da leggere più volte.

dato

Ottimo libro che escrive la battaglia ma non tralascia di spiegare il momento storico in cui si svolse con tutte le guerre tra Guelfi e Ghibellini, pertanto leggendolo ci si fa un quadro della situazione politica Italiana che spiega anche la causa e le implicazion della battaglia.

Libri del Autori

Annali Ottobono Scriba (1174-1196)
La guerra di San Saba
Il grande racconto delle crociate
Genova e il mare nel Medioevo

Libri del Categorie

Storia di un giorno in una città medievale
Nani sulle spalle di giganti. Maestri e allievi nel Medioevo
La cavalleria medievale. Origini, storia, ideali
I saraceni in Italia
Dizionario del Medioevo
Storia delle guerre di religione. Dai catari ai totalitarismi
Compendio di storia medioevale
Imperatori di Bisanzio
Voci dai secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell'alto medioevo
Storia medievale. Ediz. Mylab. Con Contenuto digitale per accesso on line

Libri del Editore

La liberazione di Roma. Alleati e Resistenza
L' edificazione di sé. Istruzioni sulla vita interiore
Invito a teatro. Manuale minimo dello spettatore
Sociologia dei fenomeni politici
Storia di un giorno in una città medievale
Margini d'Italia. L'esclusione sociale dall'Unità a oggi
L' occhio di Zeus. Disavventure della «Democrazia»
L' ultimo miliardo. Perché i paesi più poveri diventano sempre più poveri e cosa si può fare per aiutarli
Clandestinità (e altri errori di destra e di sinistra)
La mutazione individualista. Gli italiani e la televisione 1954-2011

Libri del Parte della Serie

Margini d'Italia. L'esclusione sociale dall'Unità a oggi
Quando fare è credere. I riti sacrificali dei romani
La conversione di Ermanno l'Ebreo. Autobiografia, storia, finzione
Storia d'Europa. Vol. 1: Antichità e Medioevo.
L' eredità di Roma. Storia d'Europa dal 400 al 1000 d. C.
Le spade di Damocle. Paure e malattie nella storia
Il negazionismo. Storia di una menzogna
Il grifo e il leone
Medioevo simbolico
Storia del PSI. Vol. 3: Dal dopoguerra a oggi.

Libri del Anno della Pubblicazione

Un prato in pendio. Tutte le poesie 1992-2017
Malta: le costruzioni preistoriche. Un archeologo racconta
Batman classic. Vol. 35
Alzheimer. Malato e familiari di fronte alla perdita del passato
20 domande sul digiuno secco. Un metodo naturale di disintossicazione, prevenzione, autoguarigione
La psicoanalisi. Vol. 61: Joyce, il Maestro.
Oltre l'antropocentrismo. Contributo a un logos sull'animalismo
Cultura e umanità di Ezio Raimondi
Il metodo Pilates. Movimento, concentrazione, benefici, programmi
Rock & Arte. Copertine, poster,  film, fotografie, moda, oggetti

Informazioni su Autori

Informazioni su Editore

Il 10 maggio 1901 Giovanni Laterza ( 1873-1943) annuncia la nascita della casa editrice Giuseppe Laterza& amp; Figli. La società, fondata nel 1885 da Vito Laterza a Putignano si è poi trasferita a Taranto per approdare infine, nel 1889, a Bari.
Giovanni Laterza si propose inizialmente di farsi editore « di servizio » per gli autori baresi e pugliesi, con particolare attenzione ai temi della cultura tecnica, economica, commerciale, giuridica. Ma, di fronte alla difficoltà di creare un programma editoriale con le sole risorse locali, cercò subito altrove referenti autorevoli. Decisivo per i destini della casa editrice è, nel dicembre 1901, l ’ incontro con Benedetto Croce.
Croce tracciò nel giro di pochi mesi quella che di fatto è stata, ed è anco oggi, la « mappa genetica » della Laterza; fu lui, nel febbraio del 1902, ad invitare chiaramente Giovanni Laterza ad abbandonare il progetto di pubblicare opere letterarie. Il programma iniziale di Giovanni Laterza assume, invec, una connotazione del tutto diversa: l ’ editore locale si ritrova proiettato in un orizzonte europeo; l ’ editore di libri tecnici e di letteratura diventa editore di saggistica di cultura; l ’ editore avventizio a caccia di occasioni di pubblicazione si trasforma in editore selettivo ed esigente. E nel giro di ochi anni viene rifondata la « Biblioteca di Cultura Moderna », la prima collana della casa editrice, e nascono i « Classici della Filosofia Moderna » ( 1906), le « Opere di Benedetto Croce » ( 1908), gli « Scrittori d ’ Italia » ( 1910), i « Filosofi Antichi e Medievali » ( 1915). Oggi Laterza pubblica libri di attualità politica, filosofia con storia, economia, psicologia e sociologia.

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri