1493. Pomodori, tabacco e batteri. Come Colombo ha creato il mondo in cui viviamo

1
Se nel 1492 qualcuno avesse rivelato ai sovrani di Spagna Ferdinando e Isabella anche solo la metà delle conseguenze che avrebbero avuto i viaggi di Cristoforo Colombo da loro finanziati, molto probabilmente sarebbe stato incarcerato come un volgare truffatore. Nessuno potè fare nulla, effettivament, contro la forza dirompente della realtà. Già a partire dal 1493, infatti, gli equilibri e gli assetti del pianeta furono letteralmente rivoluzionati: due mondi che, dopo la frattura geologica di 200 milioni di anni prima, erano rimasti estranei e ignoti l'uno all'altro, si incontrarono e si mescolarono, in n processo di reciproca osmosi e contaminazione che, da allora, è diventato sempre più intenso. Alla luce ella storia ambientale, inaugurata da Alfred Crosby con il concetto chiave di " Scambio colombiano ", e delle più recenti ricerche antropologiche, archeologiche e storiche, Charles Mann esplora la genesi e l'impetuoso sviluppo di questo " mondo nuovo ", unico e globale, nato da un autentico terremoto ecologico. Le navi europee trasportarono oltreoceano- insieme ai coloni e, temporaneamente, agli schiavi- migliaia di specie botaniche sconosciute, e ne importarono altrettante. Il che spiega la presenza dei pomodori in Italia, delle arance in Florida, del cioccolato in Svizzera e dei peperoncini in Thailandia. Al traffico di piante e animali s'intrecciò poi la circolazione involontaria e clandestina di altre " creature " che ebbero quasi sempre effetti devastanti sull'ambiente e sulla salute ...
Anno della Pubblicazione
Editore
Traduttore
Parte della Serie
Numero di Pagine
676
In Commercio Dal
3 ottobre 2017
Isbn
8804679735
EAN
9788804679738

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione
dato

Di buono nel libro c' è proprio l'ottica globale: lo scambio non è neppur fra " vecchio " e " nuovo " continente, ma entra subito in gioco l'Asia ( cioè la Cina, sia pure passando per le Filippine), che f la vera destinazione di Colombo, per fare la Via della Seta attraverso una rotta marittima secondo lui molto breve.

Libri del Categorie

Lepanto 1571. La Lega santa contro l'impero ottomano
Le armi del diavolo. Anatomia di una battaglia: Pavia, 24 febbraio 1525. Con e-book
L' età moderna. Dalla scoperta dell'America alla Restaurazione
Il Rinascimento europeo. Centri e periferie
Cronaca di Modena. Vol. 4: Anni (1617-1620).
Amministrazione e giustizia nell'Italia del nord fra Trecento e Settecento: casi di studio
La guerra dei Trent'anni. 1618-1648. Il conflitto che ha cambiato la storia dell'Europa
Cronaca di Modena. Vol. 1: Anni (1588-1602).
Storia dei samurai. Cronache dal periodo degli Stati combattenti
La rivoluzione militare

Libri del Editore

Il piccolissimo bruco Maisazio. Ediz. illustrata
Storia della psicoanalisi. Autori, opere, teorie 1895-1990
La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna
Poirot in viaggio: Il mistero del treno azzurro-Delitto in cielo-Poirot sul Nilo
La donna della domenica
Cercando segnali d'amore nell'universo
Collusion. Come la Russia ha aiutato Trump a conquistare la Casa Bianca
La coppia della porta accanto
Umanesimo industriale
Un cadavere eccellente

Libri del Traduttore

La grande storia della prima guerra mondiale
Bisanzio. Splendore e decadenza di un impero 330-1453
Nella zona grigia. Un neuroscienziato esplora il confine tra la vita e la morte

Libri del Parte della Serie

La disfatta di Gasr Bu Hàdi. 1915: il colonnello Miani e il più grande disastro dell'Italia coloniale
La corsa del secolo. Cent'anni di storia italiana attraverso il Giro
Dal Gran Consiglio al Gran Sasso. Una storia da rifare
La principessa del nord. La misteriosa vita della dama del Risorgimento: Cristina di Belgioioso
Quelli che dissero no. 8 settembre 1943: la scelta degli italiani nei campi di prigionia inglesi e americani
La notte della Repubblica
«Ho ucciso Giovanni Falcone». La confessione di Giovanni Brusca
Pompei. Vita quotidiana in una città dell'antica Roma
Anna Bolena
Caterina de' Medici. Un'italiana sul trono di Francia

Libri del Anno della Pubblicazione

Cosa ho visto in te
Storia della psicoanalisi. Autori, opere, teorie 1895-1990
Disegnare. Idee, immagini. Ediz. italiana e inglese (2017). Vol. 54
Le rilevazioni contabili e l'analisi di bilancio
Cara mamma, caro papà voglio un nome bello e speciale
Autobiografia scientifica
La difesa Philidor. Omicidio in Golena
Culture e sindrome del costruito. Spazi pubblici e luoghi di lavoro fra salute e società
Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi
Marie Curie

Informazioni su Editore

Fino dalla sua nascita nel 1907 la Mondadori ha seguito la vocazione di casa editrice di tutti gli italiani, diffondendo il piacere della lettura in Italia e trasformandosi in pochi anni da piccola tipografia nella campagna lombarda a società internazionale.
Nel 1911 Arnoldo Mondadori coltiva il grande sogno di diventare un editore. Cominciano a realizzarlo in due, Arnoldo e Tomaso Monicelli, suo mico e fratell, puntando sul primo tentativo fatto in Italia di qualificazione editoriale di una collana rivolta a un preciso segmento di pubblico: i giovani in età scolare. È del 1912 il primo saggi pubblicato, Aia Madama, una raccolta di novelle per l'infanzia di Tomaso Monicelli. L'anno successivo, con Il piccolo viandante empre di Monicelli, fu inaugurata la prima collana, " Bibliotechina della Lampada ". I loro però non sono semplici " libri per bambin ", ma una collana di ibri di piacevole lettura da accompagnare ai testi scolastici. Di formato agile e quasi quadrato, i volumi avevano la copertina illustrata e in cartone e alcune figure su tavola che spezzavano il movimento del testo, a propri volta incorniciato da un bordo colorato.
Il 1919 è il temp delle scelte decisive per il onsolidamento della giovane casa editrice: Arnoldo Mondadori trasferisce la direzione a Milano, già allora sede dei principali editori dell'epoca, Sonzogno e Treves, e apre uno stabilimento grafico a San Nazaro di Verona.
Nel 1926 la casa editrice inizia la pubblicazione dell' opera omnia Gabriele D'Annunzio, il maggiore scrittore italiano dell'epoca. La Mondadori riesce così a guadagnarsi quel prestigio in ambito finanziario e culturale che le permetteranno di sostenere negli anni altri progetti ambiziosi. Sono pubblicate le opere di giovani crittori, come di autori già affermati e dei classici della letteratura. Tra gli altri, si segnalan: Luigi Pirandello, Giovanni Pascoli, Giovanni Verga, Antonio Fogazzaro, Sibilla Aleramo e Grazia Deledda, che proprio nel 1926 vincerà il Premio Nobel per la Letteratura.
Nel 1929 vengono lanciati i " Libri Gialli ", un progetto editoriale che consisteva nella pubblicazione di opere a carattere poliziesco di scrittori internazionali, un genere nuovo per l'Italia. La collana di distingue per il colore giallo delle copertine. Nonostante il prezzo bbastanza alto per l'epoca ( cinque lire e mezzo), la risposta del pubblico fu positiva, con cinquantamila copie vendute in un mese e ottantamila dopo cento giorni.
Da quest momento in poi Mondadori ha cominciato a crescere in modo esponenziale, affermandosi nel settore dei periodici e dei libri, acquisendo i diritti dei maggiori scrittori italiani e innovando continuamente la proposta editoriale.
Oggi la sua produzione copre tutti i segmenti del mercato. La casa editrice pubblica collane di prestigio e di lta qualità letteraria come " I Meridiani " e all " SIS " ( Scrittori Italiani e Stranieri), a queste affianca collane di intrattenimento come gli " Omnibus " e collane che soddisfano la curiosità di un diverso tipo di lettore, come " Strade Blu " che offre libri di narrativa e saggistica con uno stile innovativo.
Il " paperback ", in particolare gli " Oscar ", dal 1965 simbolo in Italia di editoria tascabile ed economica, si distingue per la tendenza al rinnovamento, grazie a un catalogo di titoli riproposti negli anni attraverso nuove collane e con diverse configurazioni grafiche.
Nella narrativa italiana pubblica i nuovi talenti oltre ad autori con consolidato successo di critica e pubblico come Margaret Mazzantini, Andrea Camilleri e Valerio Massimo Manfredi. Nella narrativa straniera, oltre al bestseller mondiale Dan Brown, vengono pubblicati con successo sia autori di intrattenimento, tra cui Carlos Ruiz Zafón, Sophie Kinsella, John Grisham e Patricia Cornwell, sia autori di grande rilievo letterario come David Grossman e Salman Rusdhie.
Per quanto iguarda il settore saggistico Mondadori annovera nel suo catalogo libri di alcuni dei più celebr giornalisti e personaggi di spicco dell'attualità italiana, da Bruno Vespa a Federico Rampini, da Michela Marzano a Mario Calabresi.
La casa editrice pubblica anche i sagg dei più amati personaggi dei media come Luciana Littizzetto e Fabio Volo e di celebrità come Vasco Rossi e Francesco Totti.
La linea editoriale Mondadori Ragazzi a visto negli ultimi anni il successo di alcuni talenti emergenti come la giovanissima Licia Troisi; a ess si affianca un catalogo di grande ampiezza, che si rivolgon ai bambini e ai ragazzi di tutte le età.
Tra gli autori del catalogo Mondadori vincitori del Premio Nobel per la Letteratura: Herman Hesse ( 1946), Ernest Hemingway ( 1954), Jean-Paul Sartre ( che nel 1964 lo rifiutò), Heinrich Böll ( 1972), Eugenio Montale ( 1975), Gabriel García Márquez ( 1982), William Golding ( 1983), Saul Bellow ( 1976).

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri