1917-2017. Carzano. Un tentativo di sfondamento in Trentino a un mese da Caporetto

di
Estate-autunno 1917: a Carzano, in Valsugana, è di stanza il V Battaglione Bosniaco che controlla un tratto del fronte di guerra segnato dal torrente Maso. Sono soldati dell'esercito austroungarico di nazionalità slovena e cecoslovacca tra i quali serpeggia un fortissimo spirito irredentista. Sarà proprio il loro comandante Ljudevit Pivko, affiancato da altri ufficiali e sottufficiali, a concepire un piano che avrebbe dovuto aprire la strada all'esercito italiano per poter conquistare la Valsugana e giungere in poche ore fino a Trento, dopo esi di immobilismo. Pivko riesce a metter in contatto con Cesare Pettorelli Lalatta, maggiore dell'Ufficio Informazioni Italiano, e mette a disposizione il suo piano e la collaborazione sua e ei suoi complici per rompere le difese austriache ormai ridotte a un velo di truppe causa lo spostamento in vista della grande offensiva programmata per il mese successivo sul fronte dell'Isonzo. I due ufficiali trovano un accordo: gli italiani avrebbero attaccato proprio nel settore di competenza di Pivko, il quale garantiva di rendere innocuo il suo intero battaglione con la somministrazione di sonnifero, di mettere a guardia dei valichi uomini fidati e guide bilingui, di togliere la corrente dal filo spinato e di interrompere le comunicazioni e di sguarnire i depositi delle munizioni. Un piano audace, preparato minuziosamente, ma quando si passa all'azione, pur con tutte le strategie puntualmente messe in atto da Pivko, l'impresa fallisce per l'incapacità del comando italiano di sfruttare una così rara occasione di successo. Nel giro di poche ore l'operazione si tramuta in una inutile carneficina con il 72° Battaglione Bersaglieri pressoché annientato. Un episodio importante ma scomodo. Avrà l suo ultimo epilogo nella primavera del 1939, oltre 20 anni dopo, quando Adolf Hitler, occupata la Cecoslovacchia, farà ricercare e fucilare i cospiratori di Carzano, uno dei quali, nel frattempo, era diventato capo di stato maggiore dell'esercito. Il volume a cura del Comitato 18 settembre 1917 astato redatto dai componenti Pierluigi Briganti, Marco Cimmino, Maurizio Dossena, Rossella Giust Bordoni, Luciano Salerno e da Luca Girotto.
Anno della Pubblicazione
Autori
Editore
Traduttore
Parte della Serie
Numero di Pagine
207
In Commercio Dal
26 ottobre 2017
Isbn
8875415641
EAN
9788875415648

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione

Libri del Categorie

La liberazione di Roma. Alleati e Resistenza
Firenze 1944. Tutto quello che non è mai stato detto sulla Liberazione
L' Azerbaigian nei documenti diplomatici italiani (1919-1920)
La seconda guerra mondiale. I successi dell'Asse (settembre 1939-gennaio 1943)
La guerra italo-austriaca (1915-18)
Top secret Bari, 2 dicembre 1943. La vera storia della Pearl Harbor del Mediterraneo
La disfatta di Gasr Bu Hàdi. 1915: il colonnello Miani e il più grande disastro dell'Italia coloniale
L' officina della guerra. La grande guerra e le trasformazioni del mondo mentale
Dal nulla sorgemmo. La legione romana degli Arditi del Popolo. La storia mai raccontata delle prime formazioni armate che strenuamente si opposero al fascismo
Il secolo in breve. Persone e storie del Novecento

Libri del Editore

Il regime penale nella Grande Guerra. Il diario del colonnello Mocali, presidente del tribunale militare di Cervignano
Carso 1917. Il 154º reggimento brigata Novara nell'inferno di Castagnevizza
Gli ultimi giorni del confine orientale. Sei storie e un epilogo
Essenza di tabacco e robinie
Il capitulare de villis. Vita quotidiana di una realtà al tempo di Carlo Magno
La prima guerra mondiale (1914-1918). Problemi di storia militare
La battaglia della Bainsizza e la crisi dell'autunno 1917
La grande guerra in Carnia nei diari parrocchiali e nei processi del tribunale militare
Bombe a mano italiane (1915-1918)
La damnatio ad metalla. Storie dei prigionieri dell'impero austro-ungarico nella Sardegna della prima guerra mondiale

Libri del Parte della Serie

La prima guerra mondiale (1914-1918). Problemi di storia militare
Uomini o colpevoli? Il processo di Pradamano, quello alla Brigata Sassari e altri processi militari della grande guerra
Almeno non ignobili. Esteti, aristocratici ed eversori alla prova della grande guerra e dell'impresa di Fiume
Duecento sentenze. La giustizia militare nella guerra 1940-1943
Fucilate i fanti della Catanzaro. La fine della leggenda sulle decimazioni della grande guerra
Uccidere Hitler. La storia di tutti gli attentati al Führer
La spada di Radetzky. Le armate imperiali dalla Restaurazione alla Rivoluzione 1836-1849
Il faro del mondo nuovo. D'Annunzio e i legionari a Fiume tra guerra e rivoluzione
L' assedio di Gorizia. Una tragedia dimenticata dalla storia
Dietro la linea del fronte. Storia militare di una retrovia, la val Resia dal 1914 a Caporetto

Libri del Anno della Pubblicazione

Cosa ho visto in te
Storia della psicoanalisi. Autori, opere, teorie 1895-1990
Disegnare. Idee, immagini. Ediz. italiana e inglese (2017). Vol. 54
Le rilevazioni contabili e l'analisi di bilancio
Cara mamma, caro papà voglio un nome bello e speciale
Autobiografia scientifica
La difesa Philidor. Omicidio in Golena
Culture e sindrome del costruito. Spazi pubblici e luoghi di lavoro fra salute e società
Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi
Marie Curie

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri