1917. I bolscevichi al potere

Tra i meriti dello storico americano Rabinowitch vi è quello di recuperar alla rivoluzione d'ottobre- di cui Pietrogrado è stato l'epicentro- la sua dimensione concreta, umana e politica, oltre a raccontare con penna sciolta le mobilitazioni che portarono i bolscevichi a rovesciare il governo Kerenski. Ovviamente, non si deve sottostimare il peso giocato nella vicenda personalmente da Lenin, ma que libro mostra anche quanto il partito bolscevico, lungi dall'essere un'entità monolitica, fosse invece attraversato a ogni livello da contraddizioni e aspri dibattiti interni. I suoi diversi presidi territoriali difatti disponevano di una grande autonomia d'azione, anche su parole d'ordine apparentemente divergenti. Sarà questa duttilità d'azione a permettere loro poi di tradurre le aspirazioni popolari- la terra ai contadini, la fine della guerra- in programma politico generale fino alla conquista definitiva del potere. Si tratta di un approccio innovativo, questo di Rabinowitch, rispetto alla classica storiografia sulla rivoluzione d'ottobre, perché demolisce l'idea che la ragione del successo bolscevico fosse dovuta alla disciplina e all'obbedienza monocorde del partito alle indicazioni di Lenin. La ragione della sua forza era invece da ricercarsi nella sua diversità interna. Con na nuova refazione dell'autore.

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione

Libri del Categorie

Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto
NEET. Giovani che non studiano e non lavorano
Il dialogo tra le culture. Diversità e conflitti come risorse di pace
Criminalità, rischio e sicurezza. Analisi e prospettive
Ideali repubblicani in età moderna
Diseguaglianza, povertà e politiche pubbliche
Miti della massoneria
Fate, sibille e altre strane donne
L' alba dei libri. Quando Venezia ha fatto leggere il mondo
Dignità, persone, mercati

Libri del Editore

Almeno 5
Le donne
Tutti bulli. Perché una società violenta vuole processare i ragazzi
Irlanda
Solo se interrogato. Appunti sulla maleducazione di un insegnante volenteroso
La sfida della libertà. Come nasce una democrazia
Lawrence d'Arabia e l'invenzione del Medio Oriente
Disobbedienza civile
Cuba
La democrazia possibile. Principi per un nuovo dibattito politico

Libri del Traduttore

Da Parigi alla luna
Da Parigi alla luna
L' ultimo testamento della sacra Bibbia
In un milione di piccoli pezzi
Il mistero del vecchio granaio
Da Parigi alla luna
La bellezza del Giappone segreto
In principio era la tavola
In un milione di piccoli pezzi

Libri del Parte della Serie

Lawrence d'Arabia e l'invenzione del Medio Oriente
Il delitto Rosselli. Anatomia di un omicidio politico
Storia degli Stati Uniti. La democrazia americana dalla fondazione all'era globale
Garibaldi fu ferito. Il mito, le favole
Contro Cesare. Cristianesimo e totalitarismo nell'epoca dei fascismi
Storia d'Italia nella guerra fascista (1940-1943)
L' estate che imparammo a sparare. Storia partigiana della Costituzione
Che. Una vita rivoluzionaria
Il mito di Pietroburgo. Storia, leggenda, poesia

Libri del Anno della Pubblicazione

Cosa ho visto in te
Storia della psicoanalisi. Autori, opere, teorie 1895-1990
Disegnare. Idee, immagini. Ediz. italiana e inglese (2017). Vol. 54
Le rilevazioni contabili e l'analisi di bilancio
Cara mamma, caro papà voglio un nome bello e speciale
Autobiografia scientifica
La difesa Philidor. Omicidio in Golena
Culture e sindrome del costruito. Spazi pubblici e luoghi di lavoro fra salute e società
Mistero siciliano. Le indagini della zia Poldi
Marie Curie

Informazioni su Editore

La casa editrice Feltrinelli nasce a Milano alla fine del 1954, per volere di Giangiacomo Feltrinelli. Sorge sulle ceneri della Colip ( Cooperativa del libro popolare, 1949 -1954), di cui rileva una collana prestigiosa, la " Universale Economica ". La prima sede è in via Fatebenefratelli 15, ma già nel 1957 la casa editrice si trasferisce nel prestigioso palazzo di via Andegari 6; nello stesso edificio trova la sua collocazione nel 1961 anche l'Istituto G. Feltrinelli con la Biblioteca, Istituto che nel 1974 diventerà Fondazione, uno dei più importanti centri di documentazione italiani, uno dei primi in Europa per lo studio della storia delle idee sociali e del movimento operaio socialista.
L'attività della casa editrice inizia nel 1955 con la pubblicazione dei primi due libri: l' Autobiografia Nehru al Flagello della svastica di Lord Russel di Liverpool. Gli ambiti in cui si indirizza fin da subito l'attività editoriale sono quelli della narrativa, della saggistica e l grandi opere.
Tra gli autori e de titoli fondanti della neonata Feltrinelli si ricordano la Storia dell'Italia oderna di Giorgio Candeloro, in tre volumi, pubblicati tra 1956 e 1986; il Dottor Zivago di Boris Pasternak ( 1957), di cui la Feltrinelli acquista i diritti per tutto il mondo; il Gattopardo, romanzo postumo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa ( 1958). Il 1959 è un anno di produzione intensa e di aperture ad autori importanti: Alberto Arbasino, Saul Bellow, Theodor W. Adorno, Karen Blixen, Kazimierz Brandys, Jorge Luis Borges, Friedrich Durrenmatt, Edward M. Foster, Max Frisch, Doris Lessing, Renzo Rosso, Rudolf Arnheim, Bertrand Russel, Nathalie Sarraute. Nel 1962, nella collana " Poesia ", vengono tradotti i versi dello spagnolo Miguel Hernandez e del sovietico Evgenij Etvusenko. Sempre nel 1962 sono pubblicati i primi tre tomi dell' Enciclopedia Feltrinelli Fischer, opera in 37 volumi, di alta divulgazione e di prezzo contenuto. Il 1968 è l'anno del successo di Gabriel Garcìa Màrquez on Cent'anni di solitudine. Di quello stesso anno sono le Citazioni del Presidente Mao la traduzione della Critica della società repressiva di Herbert Marcuse. Del 1974 è la pubblicazione di Razza padrona. Storia della borghesia di stato, di Eugenio Scalfari e Giuseppe Turani, un titolo diventato uno slogan. Nel 1978 il libro di Camilla Cederna Giovanni Leone, la carriera di un segretari diventa un bestseller e contribuisce non poco alla fine anticipata del settennato dell'allora capo dello Stato. Nel 1983 si riorganizzano le collane della casa editrice. Ai " Narratori " si affiancano " L'avventura " e " Impronte ". Alla biografia è dedicato " Tempo ritrovato ", e in " Campi del sapere " confluiscono le scienze umane e sociali. Alla saggistica si aprono anche " Saggi " e " Idee ", mentre " Presenze " ospita tematiche di attualità. Sempre nel 1983 è il successo de La casa degli spiriti di Isabel Allende. Nel 1984 entra in catalogo, con Il memoriale del convento, José Saramago, Premio Nobel per la poesi nel 1998. Nel 1985 è acquisita al catalogo Marguerite Duras on L'amante ed Il dolore. Nel 1990 si inaugura un'agile collana di narrativa, riservata ai nuovi scrittori: " I canguri ", nome che rievoca il simbolo della prima " Universale Economica " e che sarebb stato ripreso per i tascabili Feltrinelli negli anni Settanta.
Nel 2002 partecipa alla nascita di Kowalski editore, incentrata su un catalogo di autori comici e destinata poi a un'evoluzione biografico-manualistica.
Nel catalogo Feltrinelli si annoverano i Premi Nobel Nadine Gordimer, Imre Kértesz, José Saramago, Doris Lessing, Herta Müller, Muhammad Yunus.
Fra gli utori italiani in catalogo, Roberto Saviano, Antonio Tabucchi, Alessandro Baricco, Erri De Luca, Stefano Benni, Maurizio Maggiani, Cristina Comencini, Simonetta Agnello Hornby per la poesi. Nell'area saggistica spiccano i nomi di Umberto Galimberti, Enrico Deaglio, Eugenio Borgna, Carlo Ginzburg, Massimo Recalcati. Oltre alle principali collane di saggistica e narrativa, e alla collana tascabile " Universale Economica Feltrinelli ", la produzione della casa editrice si è in anni elativamente recenti arricchita con le collane di narrativa di viaggio, narrativa per ragazzi, varia e home cinema.

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri