1960. L'Italia sull'orlo della guerra civile

A sessant'anni di distanza, Franzinelli e Giacone provano a comprendere con gli strumenti della Storia una pagina cruciale quanto oscura della Repubblica, ripercorrendo la biografia di uno dei suoi personagg e portandoci nelle viscere di un'Italia sotto tanti aspetti ancora premoderna e arretrata, ma nella quale già s'intravedevano i germi di una stagione di rinnovamento democratico e rinascita civile.

Il 1960 è una data ruciale nella storia politica italiana del econdo dopoguerra: mentre il cinema vive il suo periodo d'oro ( escono « Rocco e i suoi ratelli » di Visconti e « La dolce vita » di Fellini), il « miracolo economico » è al suo culmine e Roma ospita le Olimpiadi, il Paese attraversa la peggiore crisi istituzionale dalla nascita della Repubblica. Ma che cosa accadde di così tragico in quell'anno? Ce lo raccontano Mimmo Franzinelli e Alessandro Giacone in questo ibro denso e appassionante che ricostruisce, sulla base di importanti fonti inedite, i drammatici giorni dell'insurrezione di Genova contro la celebrazione del congresso del Movimento sociale italiano ( MSI), dell'eccidio di Reggio Emilia, dei sanguinosi scontri di piazza, delle cariche dei carabinieri a cavallo contro un corteo antifascista a Roma, delle manifestazioni funestate da morti in Sicilia. Siamo in pieno clima di guerra fredda e il sistema politico italiano riflette lo spirito del tempo: al Quirinale siede Giovanni Gronchi, il Partito comunista di Togliatti è diviso tra spinte rivoluzionarie e visioni riformiste, i socialisti di Nenni sono alla ricerca di una loro « autonomia », la DC di Moro, Fanfani, Segni, Scelba e Andreotti gestisce il potere e intrattiene legami molto stretti con le gerarchie ecclesiastiche della Chiesa di Roma. È in uesto ontesto che si inserisce la figura di Fernando Tambroni. Il politico marchigiano eletto alla Costituente nel 1946 nelle file della Democrazia cristiana e più volte ministro della Repubblica, viene però ricordato nei manuali di storia soltanto per i pochi mesi del 1960, durante i quali il governo monocolore democristiano da lui presieduto, e nato con il sostegno determinante del MSI, rischiò di gettare l'Italia sull'orlo della guerra civile. Nella memoria del Paese, a sua figura risulta ancora oggi « divisiva » e i fatti di quel 1960 oggetto di memorie contrapposte. A sessant'anni di distanza, Franzinelli e Giacone, che all'analisi storiografica affiancano numerosi aneddoti e dettagli di cronaca, provano a comprendere con gli strumenti della Storia quella pagina cruciale quanto oscura della Repubblica, ripercorrendo la biografia di uno dei suoi rotagonisti e portandoci nelle viscere di un'Italia sotto tanti aspetti ancora premoderna e arretrata, ma nella quale già s'intravedevano i germi di una stagione di rinnovamento democratico e rinascita civile.

Anno della Pubblicazione
Editore
Traduttore
Parte della Serie
Numero di Pagine
312
In Commercio Dal
23 giugno 2020
Isbn
8804722452
EAN
9788804722458

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione

Libri del Autori

Il ritratto e il potere. Immagini della politica in Francia e in Italia nel Novecento
Fascismo anno zero. 1919: la nascita dei Fasci italiani di combattimento
Il delitto Rosselli. Anatomia di un omicidio politico
Il Giro d'Italia. Dai pionieri agli anni d'oro
Bombardate Roma! Guareschi contro De Gasperi: uno scandalo della storia repubblicana
La baraonda. Socialismo, fascismo e Resistenza in Valsaviore
Il delitto Rosselli. 9 giugno 1937. Anatomia di un omicidio politico
Il duce e le donne. Avventure e passioni extraconiugali di Mussolini
Disertori. Una storia mai raccontata della seconda guerra mondiale

Libri del Categorie

Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto
NEET. Giovani che non studiano e non lavorano
Il dialogo tra le culture. Diversità e conflitti come risorse di pace
Criminalità, rischio e sicurezza. Analisi e prospettive
Ideali repubblicani in età moderna
Diseguaglianza, povertà e politiche pubbliche
Miti della massoneria
Fate, sibille e altre strane donne
L' alba dei libri. Quando Venezia ha fatto leggere il mondo
Dignità, persone, mercati

Libri del Editore

Il piccolissimo bruco Maisazio. Ediz. illustrata
Storia della psicoanalisi. Autori, opere, teorie 1895-1990
La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna
Poirot in viaggio: Il mistero del treno azzurro-Delitto in cielo-Poirot sul Nilo
La donna della domenica
Cercando segnali d'amore nell'universo
Collusion. Come la Russia ha aiutato Trump a conquistare la Casa Bianca
La coppia della porta accanto
Umanesimo industriale
Un cadavere eccellente

Libri del Parte della Serie

La famiglia Gramsci in Russia
Tutti giovani sui vent'anni. Una storia degli alpini dal 1872 a oggi
La fine del secolo americano. Il ritratto di un Paese attraverso l'uomo che ne ha incarnato i vizi e le virtù
Le carte segrete del duce. Tutte le rivelazioni su Mussolini e il fascismo conservate negli archivi inglesi
Storia della Repubblica di Venezia. La Serenissima dalle origini alla caduta
La strategia della paura. Eversione e stragismo nell'Italia del Novecento
Zoé, la principessa che incantò Bakunin. Passioni e anarchia all'ombra del Vesuvio
Il principe e il pescatore. Pio XII, il nazismo e la tomba di San Pietro
Regina di quadri. Vita e passioni di Palma Bucarelli

Libri del Anno della Pubblicazione

Pirati all'avventura
Verso un educazione risvegliata. Coltivare l'arte della meditazione a scuola in famiglia
La casa degli uccelli
Passione sakura. La storia dei ciliegi ornamentali giapponesi e dell'uomo che li ha salvati
Poirot in viaggio: Il mistero del treno azzurro-Delitto in cielo-Poirot sul Nilo
L' enigma dell'ultima profezia
The gnome forest 3D. Ediz. a colori
La scrittrice del mistero
Oltre il maschio debole. Prospettive per ritrovare la «via del guerriero»
Il genio americano. Sconfiggere Trump e la pandemia globale

Informazioni su Autori

Informazioni su Editore

Fino dalla sua nascita nel 1907 la Mondadori ha seguito la vocazione di casa editrice di tutti gli italiani, diffondendo il piacere della lettura in Italia e trasformandosi in pochi anni da piccola tipografia nella campagna lombarda a società internazionale.
Nel 1911 Arnoldo Mondadori coltiva il grande sogno di diventare un editore. Cominciano a realizzarlo in due, Arnoldo e Tomaso Monicelli, suo mico e fratell, puntando sul primo tentativo fatto in Italia di qualificazione editoriale di una collana rivolta a un preciso segmento di pubblico: i giovani in età scolare. È del 1912 il primo saggi pubblicato, Aia Madama, una raccolta di novelle per l'infanzia di Tomaso Monicelli. L'anno successivo, con Il piccolo viandante empre di Monicelli, fu inaugurata la prima collana, " Bibliotechina della Lampada ". I loro però non sono semplici " libri per bambin ", ma una collana di ibri di piacevole lettura da accompagnare ai testi scolastici. Di formato agile e quasi quadrato, i volumi avevano la copertina illustrata e in cartone e alcune figure su tavola che spezzavano il movimento del testo, a propri volta incorniciato da un bordo colorato.
Il 1919 è il temp delle scelte decisive per il onsolidamento della giovane casa editrice: Arnoldo Mondadori trasferisce la direzione a Milano, già allora sede dei principali editori dell'epoca, Sonzogno e Treves, e apre uno stabilimento grafico a San Nazaro di Verona.
Nel 1926 la casa editrice inizia la pubblicazione dell' opera omnia Gabriele D'Annunzio, il maggiore scrittore italiano dell'epoca. La Mondadori riesce così a guadagnarsi quel prestigio in ambito finanziario e culturale che le permetteranno di sostenere negli anni altri progetti ambiziosi. Sono pubblicate le opere di giovani crittori, come di autori già affermati e dei classici della letteratura. Tra gli altri, si segnalan: Luigi Pirandello, Giovanni Pascoli, Giovanni Verga, Antonio Fogazzaro, Sibilla Aleramo e Grazia Deledda, che proprio nel 1926 vincerà il Premio Nobel per la Letteratura.
Nel 1929 vengono lanciati i " Libri Gialli ", un progetto editoriale che consisteva nella pubblicazione di opere a carattere poliziesco di scrittori internazionali, un genere nuovo per l'Italia. La collana di distingue per il colore giallo delle copertine. Nonostante il prezzo bbastanza alto per l'epoca ( cinque lire e mezzo), la risposta del pubblico fu positiva, con cinquantamila copie vendute in un mese e ottantamila dopo cento giorni.
Da quest momento in poi Mondadori ha cominciato a crescere in modo esponenziale, affermandosi nel settore dei periodici e dei libri, acquisendo i diritti dei maggiori scrittori italiani e innovando continuamente la proposta editoriale.
Oggi la sua produzione copre tutti i segmenti del mercato. La casa editrice pubblica collane di prestigio e di lta qualità letteraria come " I Meridiani " e all " SIS " ( Scrittori Italiani e Stranieri), a queste affianca collane di intrattenimento come gli " Omnibus " e collane che soddisfano la curiosità di un diverso tipo di lettore, come " Strade Blu " che offre libri di narrativa e saggistica con uno stile innovativo.
Il " paperback ", in particolare gli " Oscar ", dal 1965 simbolo in Italia di editoria tascabile ed economica, si distingue per la tendenza al rinnovamento, grazie a un catalogo di titoli riproposti negli anni attraverso nuove collane e con diverse configurazioni grafiche.
Nella narrativa italiana pubblica i nuovi talenti oltre ad autori con consolidato successo di critica e pubblico come Margaret Mazzantini, Andrea Camilleri e Valerio Massimo Manfredi. Nella narrativa straniera, oltre al bestseller mondiale Dan Brown, vengono pubblicati con successo sia autori di intrattenimento, tra cui Carlos Ruiz Zafón, Sophie Kinsella, John Grisham e Patricia Cornwell, sia autori di grande rilievo letterario come David Grossman e Salman Rusdhie.
Per quanto iguarda il settore saggistico Mondadori annovera nel suo catalogo libri di alcuni dei più celebr giornalisti e personaggi di spicco dell'attualità italiana, da Bruno Vespa a Federico Rampini, da Michela Marzano a Mario Calabresi.
La casa editrice pubblica anche i sagg dei più amati personaggi dei media come Luciana Littizzetto e Fabio Volo e di celebrità come Vasco Rossi e Francesco Totti.
La linea editoriale Mondadori Ragazzi a visto negli ultimi anni il successo di alcuni talenti emergenti come la giovanissima Licia Troisi; a ess si affianca un catalogo di grande ampiezza, che si rivolgon ai bambini e ai ragazzi di tutte le età.
Tra gli autori del catalogo Mondadori vincitori del Premio Nobel per la Letteratura: Herman Hesse ( 1946), Ernest Hemingway ( 1954), Jean-Paul Sartre ( che nel 1964 lo rifiutò), Heinrich Böll ( 1972), Eugenio Montale ( 1975), Gabriel García Márquez ( 1982), William Golding ( 1983), Saul Bellow ( 1976).

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri