Il codice del disonore. Donne che fanno tremare la 'ndrangheta

5

D come Disonore. Quello degli uomini di 'Ndrangheta che per difendere l'onore mafioso non esitano a uccidere le proprie figlie. Questo libro nasce da un fenomeno recente di grande mportanza: per la rima volta nella storia della 'Ndrangheta le figlie e le mogli dei boss collaborano con la giustizia denunciando le loro famiglie.

Lo f per strappare i propri figli a un ineluttabile destino criminale, ma soprattutto per sfuggire loro stesse al " codice d'onore ". Si tratta delle linee guida dei membri della mafia calabrese che si definiscono, a loro volta, uomini d'onore. Direttive che servono a far carriera nel crimine, tramandate per via orale e che negli ultimi decenni hanno trovato conferme scritte o sono state riferite agli inquirenti dai collaboratori di giustizia. Un esempio è la vendetta che incombe sulle donne di 'Ndrangheta che tradiscono il marito o la famiglia: la morte. Un rito feroce di cui i padri devono farsi garanti per rimediare " all'onta " subita, in nome di ciò che emancipazione, cultura e buonsenso definirebbero piú come " codice del disonore ".
Anno della Pubblicazione
Editore
Traduttore
Parte della Serie
Numero di Pagine
184
In Commercio Dal
2 luglio 2019
Isbn
8806241818
EAN
9788806241810

Recensioni Comunitari

Scrivere una Recensione
Devi accedere per scrivere una recensione
dato

Ho avuto il piacere di conoscere a scrittrice ad una presentazione di questo uo saggi. Il libro parla di donne, prevalentemente donne molto coraggiose che si interfacciano con la realtà della 'ndrangheta. Lauricella regala dignità non solo alle donne ma ai loro sacrifici e ci offre uno spaccato antropologico estremamente accurato di una realtà almente vicina che spesso trascuriamo. Super consigliato per una presa di coscienza rispetto il mondo in cui viviamo.

Libri del Autori

Dalla parte sbagliata. La morte di Paolo Borsellino e i depistaggi di Via D'Amelio
Dalla parte sbagliata. La morte di Paolo Borsellino e i depistaggi di Via D'Amelio

Libri del Categorie

Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto
I dieci giorni che sconvolsero il mondo
La politica senza politica. Perché la crisi ha fatto entrare il populismo nelle nostre vite
I muri che dividono il mondo
Le stelle che stanno giù. Cronache dalla Jugoslavia e dalla Bosnia Erzegovina
La storia nelle prime pagine del Corriere della Sera (1876-2013)
Cronache dalle terre di nessuno. Sedici anni da inviato sulla linea del fuoco. Guerra, informazione, propaganda
La più bella. La Costituzione tradita. Gli italiani che resistono
L' arcimatto (1960-1966)

Libri del Editore

Teresa Batista stanca di guerra
Cartongesso
Patty Diphusa e altre storie
Miti ebraici
Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni
Elogio della letteratura
Il cuore di cristallo. Ragionamenti d'amore, poesia e ritratto nel Rinascimento
Nero come il cuore
Carteggio 1923
Le vite de' più eccellenti architetti, pittori, et scultori italiani, da Cimabue insino a' tempi nostri. Nell'edizione per i tipi di Lorenzo Torrentino, Firenze 1550

Libri del Parte della Serie

Elogio della letteratura
Produzione intelligente. Un viaggio nelle nuove fabbriche
Mangiare è un atto civico
Mafie in movimento. Come il crimine organizzato conquista nuovi territori
Paure fuori luogo. Perché temiamo le catastrofi sbagliate
L' euro. Come una moneta comune minaccia il futuro dell'Europa
Senza fare di necessità virtù. Memorie di un antifascista
Nelle tue mani. Medicina, fede, etica e diritti
L' Italia nel Novecento. Dalla sconfitta di Adua alla vittoria di Amazon

Libri del Anno della Pubblicazione

Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto
Lascia che le cose accadano
La liberazione di Roma. Alleati e Resistenza
Darwin. Prima parte
Imposta di bollo e diritti di segreteria nei servizi demografici. Prontuario per l'applicazione e l'esenzione
L' ABC dello yoga per bambini. 48 carte con posizioni divertenti e fantasiose
I ragazzi della Linea Gotica
La massoneria. L'antico mistero delle origini. Un'analisi precisa e completa delle problematiche e delle fonti
L' esame a test per consulente finanziario abilitato all'offerta fuori sede. Manuale completo di preparazione
Enzo Jannacci. Canzoni che feriscono

Informazioni su Autori

Informazioni su Editore

La casa editrice Einaudi viene fondata nel 1933 da un gruppo di amici, allievi del liceo classico D'Azeglio. Intorno al più giovane di loro, Giulio Einaudi ( 1912), si erano così raccolti Leone Ginzburg ( 1909), Massimo Mila ( 1910), Norberto Bobbio ( 1909) e Cesare Pavese ( 1908), affiancati successivamente da altre figure come Natalia Ginzburg ( moglie di Leone) e Giaime Pintor.
La collegialità, il gusto della discussione, il piacere di condividere tempi e luoghi oltre i momenti lavorativi « ufficiali » sono caratteristiche che hanno attraversato tutta la storia dell'Einaudi, e si sono trasmesse da una generazione all'altra dei suoi editor e consulenti, proprio a partire da queste origini giovanili e addirittura scolastiche. Leone Ginzburg fu, di fatto, il primo direttore editoriale della casa editrice. Einaudi è nata come una casa editrice basata su un intreccio politico-culturale inscindibile, soprattutto votata alla saggistica ( le prime collane, tuttora esistenti, sono la " Biblioteca di cultura storica " e i " Saggi ").
Dopo essere stato scoperto a stampare clandestinamente il giornale di Giustizia e libertà, Ginzburg viene torturato e ucciso dai nazisti a Roma nel 1944. L'Einaudi continua la sua attività e si fa in tre: alla redazione romana c' è Pavese, in quella milanese Vittorini, alla sede di Torino prima Mila, poi torna Pavese, che prende la funzione di guida dell'Einaudi. Con lui la casa editrice diversifica la sua produzione saggistica ( aprendosi all'antropologia e alla psicanalisi) e comincia a essere un punto di riferimento nche per la narrativa italiana e straniera e per i classici, con le collane dei " Coralli ", dei " Supercoralli " e dei " Millenni ". Dopo la sua morte ( 1950) la casa editrice, coordinata da Luciano Foà, assume il compito, soprattutto con " I gettoni " di Vittorini, di rinnovare la narrativa italiana promuovendo nuovi autori come Fenoglio, Lucentini, Ottieri, Lalla Romano, Rigoni Stern, Anna Maria Ortese, Sciascia e molti altri. Ma è anche importante la continuità della riflessione politica. Vittorini e Calvino guidano la ricerca letteraria sui percorsi di una progressiva sperimentazione. Giulio Bollati coordina l'insieme delle proposte saggistiche e le collane di classici. La " Pbe " da un lato ( 1960), la " Nue " dall'altro ( 1962) mettono a punto una sorta di enciclopedia in progress. Emblematico è il 1965, anno in cui nascono contemporaneamente due collane come " Nuovo Politecnico ", diretta da Bollati e " La ricerca letteraria ", diretta da Davico. Doppio passo che prosegue con la nascita della " Serie politica " ( 1968) e di " Einaudi Letteratura " ( 1969).
Gli anni Settanta sono il momento in cui l'Einaudi fa il massimo sforzo per ampliare il proprio pubblico e ottiene enormi risultati di diffusione.
Nella narrativa basterà citare un bestseller assoluto come La storia di Elsa Morante, che vende circa un miliard di copie. E poi nascono " Gli struzzi " e le " Centopagine " di Calvino. Gli anni Ottanta sono anni difficili, ma nonostante tutto, Einaudi riesce a pubblicare autori nuovi, e a costruire un'opera in var volumi come la Letteratura italiana diretta da Alberto Asor Rosa.
Con gli anni Novanta c' è stato un parziale ricambio generazionale e un rinnovato impegno su tutti fronti « storici » della casa editrice.
Si è poi aperto un nuovo fronte: quello dei tascabili che diventano una parte mportante della casa editrice, crescente negli anni, fino ad assumere nel 2005, sotto il marchio " ET ", una fisionomia diversificata per genere e formato. Nel 1996 nasce " Stile libero ", collana di tendenza, rivolta principalmente a un pubblico giovanile ma non soltanto. Nel corso degli anni Duemila, sempre attento alla ricerca e agli esordi letterari, Stile libero diventa un vero e proprio sistema editoriale. Tra i principali successi della formula Stile libero Niccolò Ammaniti, Michel Faber, Wu Ming, Edward Bunker e Giancarlo De Cataldo.
Da segnalare in catalogo la presenza di Alice Munro e Patrick Modiano, rispettivamente vincitori nel 2013 e nel 2014 del Nobel lla Letteratura.

© Labyrinth Birreria Scaricare Libri